spot_imgspot_img

Salute dell’uomo: la balanite

Salute

La balanite è un’infiammazione della parte terminale del pene, glande o balano, che appare arrossata, gonfia, dolente e pruriginosa. Benché qualche autore sostenga che si tratta di una malattia trasmessa solo per via sessuale, i fatti non avvalorano questa teoria, in quanto il problema si presenta frequentemente anche nei bambini. Il rischio è più alto nelle persone diabetiche e non circoncise. La circoncisione consiste nella rimozione totale (o parziale) del prepuzio, il lembo di pelle scorrevole che riveste il glande, la parte terminale del pene. Oltre che per motivi di tradizione o di religione, può essere eseguita anche per motivi medici, per esempio in caso di fimosi (restringimento del prepuzio) o di ripetute infiammazioni del glande. Di solito la balanite è causata da un’infezione batterica o fungina, che può essere dovuta a traumi, all’uso di detergenti intimi troppo aggressivi o alla scarsa igiene intima. I sintomi tendono a regredire con la terapia antibiotica o con la sospensione dell’uso del prodotto irritante o allergizzante. La diagnosi viene effettuata dal medico mediante osservazione diretta, supportata da tampone uretrale e indagine batteriologica. Queste ultime analisi forniscono informazioni sull’antibiotico adatto in caso di infezione batterica, mentre se il problema è dovuto all’igiene intima, sarà sufficiente sospendere l’uso del detergente che si sta usando a favore di un altro più delicato. La balanite deve essere tempestivamente curata, altrimenti si può estendere dal glande ai tessuti circostanti, con il rischio di danneggiare anche gli organi riproduttivi. L’attività sessuale è limitata dalla balanite, perché i sintomi sono particolarmente fastidiosi, per cui è importante trattarla precocemente per evitare complicazioni e la trasmissione al partner dell’agente infettante. 

spot_imgspot_img

Articoli correlati

spot_img

Ultimi articoli