spot_imgspot_img

Con la primavera arrivano le allergie

Salute

Le allergie possono essere di diverso tipo, a qualche alimento o agli acari della polvere, ma in questo periodo la più diffusa è l’allergia stagionale. Per curare i sintomi, come la rinite allergica, detta anche febbre da fieno, la congiuntivite, le reazioni alle punture di insetto, i farmaci usati sono gli antistaminici.
Molti di questi medicinali possono essere acquistati senza ricetta, meglio se consigliati dal farmacista, mentre alcuni possono essere dispensati solo con ricetta medica. Gli antistaminici contrastano gli effetti dell’istamina, che viene rilasciata dalle cellule del sistema immunitario dell’organismo, quando quest’ultimo riconosce (erroneamente) come nemico qualcosa, come i pollini, che non crea problemi alla maggior parte delle persone. Si scatena così una serie di sintomi, quali starnuti, lacrimazione, prurito alla gola, la maggior parte dei quali può essere attenuata dagli antistaminici.

Questi farmaci possono essere di prima o di seconda generazione. Quelli di prima generazione, meno recenti, come prometazina, idroxizina e clorfenamina, hanno come principale effetto collaterale la sonnolenza, che certe volte però si può anche rivelare utile, come nel caso di prurito intenso che impedisce di dormire. Le molecole più recenti, come la cetirizina, la loratadina e la fexofenadina, non danno quasi mai sonnolenza. Tra gli effetti collaterali ricordiamo anche la sensazione di secchezza della bocca, in qualche caso mal di testa e ritenzione urinaria.

Possiamo trovare gli antistaminici in diverse forme farmaceutiche, come creme, gel, compresse, spray nasali, colliri e gocce. 

Su cosa si basa la scelta della molecola? In realtà le caratteristiche degli antistaminici sono piuttosto simili, e può essere necessario provarne più di uno per trovare quello adatto. Particolare attenzione devono fare le persone che sono in terapia con altri farmaci, tra cui gli antidepressivi, gli antiulcera e i preparati per le malattie da raffreddamento, che spesso contengono a loro volta antistaminici. La cosa migliore da fare è comunque evitare il fai da te e chiedere sempre consiglio al medico o al farmacista.

spot_imgspot_img

Articoli correlati

spot_img

Ultimi articoli