spot_imgspot_img

Alimentazione e salute: l’acqua potabile

Salute

Si definisce potabile un'acqua limpida, inodore, insapore, incolore e innocua, priva cioè di microrganismi, parassiti e sostanze chimiche nocive per l'uomo. Un tempo veniva richiesto semplicemente che fosse pura, mentre oggi si richiede anche l’innocuità.

Sono escluse le acque minerali naturali, che sono soggette a una specifica normativa.

L’acqua è un bisogno primario per le persone e l’accesso all’acqua è un diritto umano fondamentale, tutelato dall’Organizzazione delle Nazioni Unite (ONU), dall’Unione Europea e dall’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS). In Italia il riferimento normativo più importante è il Decreto legislativo 2 febbraio 2001, n. 31, che ha lo scopo di garantire la salubrità delle acque, per proteggere la salute dagli effetti negativi della loro contaminazione.

Le acque italiane sono per più dell’85% di origine sotterranea, e anche quando vengono sottoposte a trattamenti di potabilizzazione, contribuiscono ad apportare quantità apprezzabili di alcuni minerali come risultato di fenomeni naturali di cessione da rocce e terreni a contatto con l’acquifero, per esempio, calcio, magnesio, fluoro, ferro, manganese, zinco, iodio, selenio, zolfo, fosforo, potassio.

Come avviene la potabilizzazione dell’acqua? Le acque possono essere rese potabili con processi di filtrazione e disinfezione che avvengono naturalmente nel corso del ciclo dell'acqua o in seguito a trattamenti specifici, che hanno lo scopo di eliminare possibili contaminazioni chimiche (rimuovendo le sostanze indesiderabili attraverso il passaggio su filtri come sabbia, carbone, resine sintetiche) o purificando le acque da microrganismi attraverso metodi di disinfezione, per lo più mediante cloro, ozono o radiazioni ultraviolette.

Quanta acqua dobbiamo bere in un giorno? Un adulto ne dovrebbe assumere circa due litri, soprattutto se fa caldo o dopo aver praticato attività fisica. Particolare attenzione va posta, durante la stagione calda, agli anziani, che hanno la tendenza a bere poco andando incontro a disidratazione.

spot_imgspot_img

Articoli correlati

spot_img

Ultimi articoli