spot_imgspot_img

Capogiri quando ci si alza dal letto: cosa fare?

Salute

Capita soprattutto agli anziani, nell’alzarsi dal letto: la pressione sanguigna cala troppo rapidamente nel passare dalla posizione sdraiata alla posizione seduta o eretta. Si parla allora di ipotensione ortostatica o posturale, con sintomi di stordimento, capogiri e stato confusionale che però si risolvono rapidamente quando il soggetto si distende. 

Nel passaggio alla posizione eretta, la forza di gravità provoca un accumulo di sangue nelle vene degli arti inferiori e del tronco, che causa un calo della pressione del sangue e una diminuzione dell’afflusso di sangue al cervello. Questo può provocare i capogiri e gli altri sintomi, ma di solito interviene in aiuto il sistema nervoso autonomo, che aumenta la frequenza cardiaca e costringe i vasi, aumentando la pressione sanguigna che torna alla norma prima della comparsa dei sintomi.

Le cause del non funzionamento di questo meccanismo di compensazione possono essere diverse, per esempio effetti collaterali di farmaci, pressione sanguigna non bene controllata, disfunzioni del sistema nervoso autonomo.

Si è occupato di questo un recente studio dell’Università canadese di Calgary, pubblicato su Heart Rhythm, secondo il quale le vertigini, gli svenimenti e lo stordimento da ipotensione ortostatica iniziale colpiscono fino al 40% della popolazione generale, senza distinzione di età. Il problema è che questa condizione è poco studiata e quindi non si è ancora in grado di proporre un trattamento efficace. Lo studio ha preso in esame 22 persone con un’età media di 32 anni che presentano problemi di svenimento e/o altri sintomi in modo significativo. Per la ricerca è stato previsto di fissare il calo significativo della pressione sanguigna sistolica ad almeno 40 mmHg in piedi per soddisfare i criteri diagnostici di ipotensione ortostatica iniziale. Si è visto che sia la preattivazione dei muscoli delle cosce per mezzo di ripetuti sollevamenti delle ginocchia prima di alzarsi, sia la tensione delle cosce e dei glutei attraverso l’incrocio e la tensione delle gambe subito dopo la posizione eretta migliorano il calo della pressione sanguigna, portando a una riduzione dei sintomi.

spot_imgspot_img

Articoli correlati

spot_img

Ultimi articoli