spot_imgspot_img

Dimagrire con la dieta chetogenica

Nella dieta chetogenica si consumano meno grassi e carboidrati, mentre l’apporto di proteine è aumentato: lo scopo di questo sbilanciamento nell’assunzione dei nutrienti è quello di indurre l’organismo a utilizzare i grassi per ottenere energia e quindi a dimagrire. Se i carboidrati sono presenti, infatti, le cellule li utilizzano per ottenere l’energia necessaria per svolgere le loro attività.  

Se però i livelli di carboidrati sono bassi, le cellule (tranne quelle nervose che non ne sono capaci) sono costrette a utilizzare i grassi. Dieta chetogenica significa dieta che produce corpi chetonici, che sono residui metabolici della produzione di energia, che diventano essi stessi una fonte energetica utilizzata dall’organismo. I corpi chetonici inibiscono il senso di fame, hanno un effetto drenante e diuretico e svolgono un’importante azione psicotonica. Non si hanno dunque fame e stanchezza, che sono gli effetti più comuni della dieta ipocalorica, e si raggiunge più rapidamente il peso desiderato.

Cosa bisogna mangiare per seguire questa dieta? Alimenti proteici come carne, pesce, formaggi, uova, mentre vanno limitati i cereali (pane, pasta) e i legumi e vanno evitati i dolci e le bibite zuccherine.
Questa alimentazione non è adatta a tutti, ci sono delle controindicazioni, per esempio in caso di insufficienza renale ed epatica, in gravidanza e allattamento, ma soprattutto è vietato il fai da te in quanto, essendo una dieta piuttosto particolare, va messa in atto sotto controllo medico. La durata è limitata nel tempo, dopo 8/10 settimane bisogna gradualmente reintrodurre un’alimentazione mediterranea bilanciata che consenta il mantenimento a lungo termine dei risultati conseguiti.

spot_imgspot_img

Articoli correlati

spot_img

Ultimi articoli