spot_imgspot_img

Herpes zoster, il 95% degli over 40 infettato dal virus

In arrivo il vaccino

L’Herpes zoster è una malattia causata dalla riattivazione del virus varicella zoster, lo stesso virus che causa la varicella, di solito contratto durante l’infanzia. Dopo l’infezione iniziale che porta alla varicella, il virus rimane latente nei neuroni sensoriali e può riattivarsi, a causa di una ridotta funzione immunitaria, causando l’HZ. L’HZ si presenta tipicamente sotto forma di eruzione cutanea vescicolare, che si diffonde sul torace, l’addome o il viso, spesso accompagnato da prurito e dolore di elevata intensità.

La vaccinazione è l’arma più efficace per prevenire l’insorgere di questa malattia dolorosa. Proprio nel 2021, in Italia è stato approvato un nuovo vaccino contro l’Herpes zoster ricombinante adiuvato: rispetto a quello disponibile finora, questo nuovo vaccino ha un’efficacia maggiore del 90% e, nei soggetti sopra ai 18 anni, può essere somministrato anche nei pazienti immunocompromessi, come coloro che sono affetti da patologie reumatologiche e per questo fanno uso di farmaci immunosoppressori. La percezione e la conoscenza dell’infezione nella popolazione è ancora piuttosto relativa, giacché sono pochi coloro che conoscono cosa sia l’Herpes zoster, eccetto quelli che abbiano subito le conseguenze sulla loro pelle. In tal senso è necessaria una campagna culturale e di educazione sanitaria volta all’identificazione della patologia e alla consapevolezza delle terapie oggi a disposizione.

«L’infezione da virus varicella zoster è estremamente comune – sottolinea il professor Massimo Andreoni dell'Università Tor Vergata di Roma e direttore scientifico della Società italiana di malattie infettive e tropicali –. Si stima che circa il 95% dei soggetti con più di 40 anni sia stato infettato da questo virus: ciò significa che in età più matura possono sviluppare un episodio di Herpes zoster. Si calcola che almeno un terzo di tutte le persone adulte avrà nella propria vita almeno un episodio di Herpes zoster».

spot_imgspot_img

Articoli correlati

spot_img

Ultimi articoli