spot_imgspot_img

Cosa dobbiamo sapere sul colesterolo alto

Salute

L’ipercolesterolemia è una condizione che non dà sintomi, di solito si scopre per caso, in occasione di un esame del sangue di controllo o in seguito a un evento cardiaco.
Il colesterolo è un grasso che viene prodotto dal fegato e che ha diverse funzioni nell’organismo, in quanto interviene nella formazione delle membrane cellulari, di alcuni ormoni e della vitamina D.
Non essendo solubile in acqua, per viaggiare nel sangue viene trasportato da lipoproteine, particelle costituite da grassi e proteine, che trasportano colesterolo e trigliceridi, un altro tipo di lipidi, attraverso il flusso sanguigno. Le due principali forme di lipoproteine ​​sono le lipoproteine ​​a bassa densità (LDL) e le lipoproteine ​​ad alta densità (HDL).
Il colesterolo LDL viene chiamato cattivo, perché se il suo livello è troppo alto può portare a molti problemi di salute, tra cui infarto e ictus.
Il colesterolo HDL è chiamato colesterolo buono, in quanto aiuta a restituire il colesterolo LDL al fegato affinché venga rimosso dal corpo, aiutando a prevenire la formazione di placche di colesterolo nelle arterie.
Il colesterolo alto raramente causa sintomi all'inizio. Ecco perché è importante controllare regolarmente i livelli di colesterolo.
Nella maggior parte dei casi, il colesterolo alto è una condizione silenziosa, che non causa alcun sintomo. Molte persone non si rendono nemmeno conto di avere il colesterolo alto fino a quando non sviluppano gravi complicazioni, come un infarto o un ictus, o in seguito a controlli casuali.
fattori che portano ad avere una ipercolesterolemia sono diversi, dall’obesità alla sedentarietà, da un’alimentazione a base di cibi troppo ricchi di colesterolo alla famigliarità.
Senza trattamento, il colesterolo alto può causare l'accumulo di placca nelle arterie. Nel tempo, questa placca può restringere le arterie, condizione nota come aterosclerosi.
In rari casi, il colesterolo alto è causato da ipercolesterolemia familiare, una malattia ereditaria causata da un’alterazione genetica che porta ad avere livelli estremamente alti di colesterolo nel sangue e costituisce uno dei principali fattori di rischio cardiovascolare.
Non è detto che se l’esame del sangue rivela livelli troppo alti di colesterolo sia indispensabile il ricorso al farmaco. Se possibile, il medico proverà a consigliare un’alimentazione adeguata, evitando le carni grasse, le frattaglie, i latticini ad alto contenuto di grassi, i cibi fritti, a favore di frutta e verdura, di pesce e carni magre cotte alla griglia, al vapore o al forno.
Ci si può aiutare anche con integratori a base di riso rosso fermentato.
Se tutto ciò non dovesse bastare, i farmaci più utilizzati per abbassare la colesterolemia sono le statine: atorvastatina, fluvastatina, rosuvastatina, simvastatina.

spot_imgspot_img

Articoli correlati

spot_img

Ultimi articoli