spot_imgspot_img

Come si sviluppa l’equilibrio intestinale

Il microbiota nei bambini

Il microbiota più vulnerabile è quello dei bambini, influenzato dall’alimentazione come anche dalle terapie antibiotiche. Ma è anche il più importante, perché è da piccoli che si mettono le basi per un intestino sano da grandi. È una moltitudine plastica che cambia insieme a noi, in base all’età e alle fasi della vita: occorre quindi proteggerlo e mantenerlo in equilibrio perché da questo equilibrio dipende la nostra salute, a tutte le età.

Quando il microbiota è alterato, le difese immunitarie si abbassano e causano disturbi come diarrea e colite, problemi ricorrenti anche fino all’adolescenza.

»Cambia con me» è l’evento di Yovis dedicato all’equilibrio intestinale del bambino. La Professoressa Patrizia Brigidi, Docente di biotecnologia delle fermentazioni al dipartimento di Scienze mediche e chirurgiche di Bologna, afferma: »Tra traiettoria d’età e microbiota intestinale esiste un legame molto stretto: oltre che diverso a livello individuale, il microbiota umano varia fortemente nelle diverse fasi della vita, arricchendosi, diversificandosi, o anche impoverendosi.»

Yovis ha lanciato un prodotto specifico per i bambini formulato con miliardi di fermenti lattici vivi probiotici e vitamine del gruppo B per potenziare le difese immunitarie e ridurre il senso di stanchezza. YOVIS BAMBINI è un integratore alimentare che contiene 10 miliardi di fermenti lattici vivi, probiotici di 6 ceppi differenti e vitamine del gruppo B: B3, B6 e B12. 

il Dott. Gaetano Bottaro, Pediatra di famiglia, già Professore di Gastroenterologia Pediatrica e Pediatria all’Università di Catania si focalizza sul microbiota del bambino: »Nel bambino sono molto ricorrenti alterazioni del normale equilibrio intestinale, come gastroenteriti acute questo poiché l’intestino dei bambini è più delicato e vulnerabile di quello degli adulti, soprattutto in seguito a un’alimentazione scorretta o a cure antibiotiche. La microflora batterica non ha ancora compiuto la sua formazione e ciò può comportare gonfiore e causare disturbi come il dolore addominale ricorrente, un disturbo diffuso nei bambini e che spesso si protrae fino all’inizio dell’adolescenza. Come conseguenza, l’organismo può indebolirsi, le difese immunitarie abbassarsi e possono insorgere disturbi intestinali.»

spot_imgspot_img

Articoli correlati

spot_img

Ultimi articoli