spot_imgspot_img

Non solo Covid: il virus Ebola

Salute

Il Ministero della Salute informa che in Italia non sono stati registrati casi di trasmissione del virus Ebola, a parte un caso importato di un medico di Emergency risultato positivo al virus e trasferito allo Spallanzani di Roma.
Il virus, che appartiene alla famiglia dei Filovirus, è stato identificato per la prima volta nel 1976 nella Repubblica Democratica del Congo e nel Sudan.
L'origine del virus non è nota, ma probabilmente gli ospiti sono i pipistrelli della frutta (Pteropodidae).
Si trasmette mediante contatto diretto con le persone o gli animali infetti, per mezzo del sangue, dei fluidi corporei e dei tessuti, ma si può contrarre anche venendo a contatto con oggetti come aghi o indumenti contaminati con vomito, feci, sangue, urina di soggetti infetti. Il tempo di incubazione della malattia varia tra i 2 e i 21 giorni. La mortalità, se la malattia non viene curata immediatamente, è molto alta con una percentuale di morte compresa tra il 50 e il 90%. Gli operatori sanitari, come il medico di Emergency, sono i più esposti al virus in quanto assistono i pazienti ammalati, ma sono ovviamente a rischio anche i membri della stessa comunità a cui appartiene la persona infetta.
La malattia da virus Ebola è anche nota come febbre emorragica e causa diversi sintomi tra i quali mal di testa, febbre, dolori articolari e muscolari, brividi, debolezza, nausea e vomito, occhi arrossati, eruzione cutanea, e quando la malattia si aggrava ulteriormente compaiono insufficienza renale ed epatica, emorragie interne o esterne con sanguinamento dagli occhi, dalle orecchie, dal naso e dal retto.
Vaccini e cure specifiche al momento non ce ne sono, la terapia, effettuata in ospedale, è di tipo sintomatico e tende a ripristinare le funzioni vitali, con la reidratazione, la somministrazione di ossigeno e di farmaci antidolorifici, le trasfusioni di sangue.
In ogni caso non sappiamo perché il virus aggredisca in modo più aggressivo alcune persone, mentre altre riescano a sopravvivere.

spot_imgspot_img

Articoli correlati

spot_img

Ultimi articoli