spot_imgspot_img

Il mango: un frutto dolcissimo che apporta molti benefici

L’American Heart Association (AHA) è un’importante organizzazione americana che si occupa di prevenzione in campo cardiovascolare, e che ultimamente ha preso in considerazione il mango e le sue proprietà.
L’albero del mango è un sempreverde con piccoli fiori bianchi, che appartiene alla famiglia delle Anacardiacee. La stagione del mango va da maggio a settembre, ma in realtà si può trovare tutto l’anno.
Si tratta di un frutto tropicale con nocciolo, con una polpa molto dolce, di colore arancione (dato dai carotenoidi contenuti), che si può mangiare in molti modi: crudo, cotto, essiccato o sciroppato.
Il mango è ricco di vitamine e minerali benefici per il cuore, la pelle, gli occhi, ma anche per il sistema digerente eimmunitario. Le vitamine più rappresentate sono la A e la C (che migliora l’assorbimento del ferro), mentre i grassi sono pochi, e di conseguenza anche le calorie: un intero mango ne apporta circa 200. Le fibre sono in buona quantità, così come i folati e il potassio.
Questo frutto aiuta quindi a proteggere il corpo in diversi modi: 
le fibre sono utili per la prevenzione del cancro al colon e delle malattie cardiache, e per il controllo del peso, in quanto conferiscono un senso di sazietà;
gli antiossidanti proteggono l’organismo dall’azione dei radicali liberi, che possono danneggiare le cellule ed essere causa di malattie come i tumori;
la mangiferina, altra sostanza contenuta nel mango, ha proprietà antitumorali, antidiabetiche e prorigenerative.
Nella buccia, però, è contenuto un olio chiamato urusciolo, che potrebbe dare reazioni di ipersensibilità, per cui si raccomanda alle persone sensibili a questa sostanza oleosa di rimuovere la buccia con dei guanti (o farla rimuovere da qualcun altro) e comunque consultare il medico.

spot_imgspot_img

Articoli correlati

spot_img

Ultimi articoli