spot_imgspot_img

Eroi Anonimi

Sanihelp.it – Eroi anonimi è la campagna di sensibilizzazione sulla donazione degli organi promossa da Chiesi Italia, la filiale italiana del Gruppo Chiesi, che già si avvale del sito web www.eroianonimi.it e di una pagina Facebook dedicata.

L’iniziativa si arricchisce con un podcast in 7 puntate che raccontano le storie, le emozioni e i progetti di vita di sei riceventi di trapianto (di rene e fegato) e di un donatore vivente (di rene), accompagnate dalla voce narrante di un testimonial d’eccezione, Nek.

La serie di podcast, della durata di circa venti minuti a episodio,  saranno trasmesse con cadenza settimanale a partire dal 24 maggio ogni lunedì,  e sono disponibili su Spotify, Apple Podcast-Itunes, Google Podcast e altre piattaforme.

Attualmente in Italia sono 8.273 le persone in attesa di un trapianto, di queste oltre 6.000 aspettano un rene, oltre 1.000 un fegato e 656 un nuovo cuore.

Dando il proprio assenso alla donazione, un singolo individuo può salvare fino a 7 vite.

Sono molteplici i metodi per farlo, il più semplice e immediato è tramite la propria carta di identità al momento del rilascio/rinnovo.

Protagonista del primo podcast è il DJ Alex.

Ancora molto giovane scopre di avere una malattia rara per la quale dovrà sottoporsi alla dialisi. Inizia il suo trattamento che lo accompagna negli anni fino a che conosce Zahra, una ragazza che arriva da Teheran.

Si innamorano, si sposano.

Poi un giorno la dialisi non funziona più e per Alex arriva il momento di pensare al trapianto, unica alternativa per tenerlo in vita.

Zahra ricorda un’amica che aveva donato un rene per la sorella e decide di fare il test di compatibilità.

E per un caso veramente inaspettato si scopre che quella ragazza, arrivata dall’altra parte del mondo, non solo aveva lo stesso gruppo sanguigno, ma i suoi reni erano perfettamente compatibili con quelli del marito.

Zahra non ha dubbi che quella sia la cosa giusta da fare.

La storia di Alex ha un lieto fine grazie alla fortuna di trovare un familiare compatibile e nelle condizioni di potergli donare un rene.

Ma solitamente ciò non accade.

Per questo è importante che molte persone esprimano la volontà alla donazione mentre sono in vita, così da rendere disponibili i propri organi dopo la morte.

spot_imgspot_img

Articoli correlati

spot_img

Ultimi articoli