spot_imgspot_img

Il melone: proprietà nutrizionali e benefici

Salute

Il melone è il frutto del Cucumis melo, una pianta erbacea rampicante con fusto flessibile, appartenente alla famiglia delle Cucurbitacee. L’origine è ancora incerta, oggi i maggiori produttori di meloni sono la Turchia, l’Egitto e l’Iran, ma anche in Europa vengono coltivati diversi tipi di questa pianta. Le varietà estive più diffuse sono due: reticulatus e cantalupensis. La forma è tondeggiante o ovoidale, la buccia può essere liscia o reticolata, la polpa è profumata e dolce e il suo colore può variare da arancione a bianco-giallastro a seconda della varietà.
Il melone è un frutto rinfrescante, dissetante, diuretico ed è ricco di sostanze ad azione antiossidante e antinfiammatoria. Contiene circa 35 calorie per 100 g di parte edibile, quindi fa spesso parte delle diete dimagranti.
Può interferire con i farmaci diuretici.
Il melone apporta inoltre vitamine, A e C, cui è attribuita l’azione antiossidante, niacina, vitamina K, vitamine del gruppo B, e minerali, tra cui potassio, calcio, fosforo, sodio, ferro e magnesio.
La vitamina A conferisce al melone un’azione protettiva della vista, con un’azione preventiva nei confronti della degenerazione maculare, una malattia che colpisce gli occhi con l’avanzare dell’età. Il melone è prezioso per la vista anche grazie alla presenza dei carotenoidi, in particolare la zeaxantina, che aiutano a mantenere in salute la retina e a proteggere gli occhi dai danni provocati dai raggi UV.
L’alto contenuto di Vitamina C del melone protegge dall’attacco di virus e batteri in quanto stimola le difese immunitarie.
Calcio e fosforo sono importanti per il rafforzamento delle ossa e dei denti, mentre le fibre contenute fanno sì che abbia un leggero effetto lassativo, oltre che saziante.

spot_imgspot_img

Articoli correlati

spot_img

Ultimi articoli