spot_imgspot_img

In arrivo uno spray nasale anti Covid

Salute

Un gruppo di ricercatori italiani dell'azienda italo-svizzera Apr Applied Pharma Research s.a. ha brevettato l’innovazione tecnologica alla base di uno spray sperimentale, che fa sperare di essere non solo un’arma contro Sars-Cov2, ma anche contro altri virus respiratori.

È partito l’arruolamento per il primo studio sull’uomo, che valuterà l’efficacia di questo spray nel trattamento di pazienti infetti con sintomi lievi. Lo studio si terrà presso il Policlinico San Martino di Genova e valuterà l’efficacia e la sicurezza dello spray.

Che cosa contiene questo prodotto? Si tratta di una soluzione acquosa di lavaggio contenente acido ipocloroso allo 0,005%, una sostanza antimicrobica prodotta anche dalle cellule del nostro sistema immunitario, resa stabile e pura, e quindi inalabile, grazie a una nanotecnologia ideata e sviluppata da un team di italiani dell'azienda Apr. Questa soluzione rimuove e uccide in meno di un minuto virus e batteri.

«Dalle statistiche a cui abbiamo avuto accesso, sappiamo che a livello europeo ci sarà una buona parte della popolazione che non si vaccinerà, si stima il 20-30%, perché è esitante o contraria o perché ha condizioni cliniche che non lo permettono. Noi con lo spray puntiamo a queste persone» spiega all'Adnkronos Salute Paolo Galfetti, Ceo di Apr.

Se tutto andrà per il verso giusto, a fine anno lo spray sarà in commercio e potremo sperare in un aiuto là dove non abbiamo certezze: quanto dura la copertura vaccinale? Sono contagiose le persone vaccinate, e se sì, quanto? 

L’azienda è piuttosto ottimista sull’efficacia dello spray contro Sars-Cov2 e le sue varianti, e se tutto va bene potrebbe essere usato anche contro altri virus respiratori.

spot_imgspot_img

Articoli correlati

spot_img

Ultimi articoli