spot_imgspot_img

Coronavirus: non solo SARS-Cov2

Salute

coronavirus sono una famiglia di virus che infetta gli esseri umani e diversi animali, tra cui uccelli e mammiferi come cammelli, gatti, pipistrelli. Sono in grado di infettare specie diverse, e questo salto di specie avviene grazie a modifiche (mutazioni) nel patrimonio genetico del virus che lo rendono in grado di infettare nuove specie animali, tra cui anche gli esseri umani.

Questi virus sono molto diffusi in natura e si trovano in tutto il mondo.

Oltre a Covid 19, causata dal virus SARS-CoV-2, ricordiamo SARS, Sindrome Respiratoria Acuta Grave, e MERS, Sindrome Respiratoria Medio-Orientale, entrambe causate da coronavirus, rispettivamente SARS-CoV e MERS-CoV

La SARS ha avuto il suo paziente zero in Cina, negli anni 2002-2003 ed è stata ufficialmente debellata. La MERS, invece, identificata per la prima volta nel 2012 in Giordania e Arabia Saudita, è tuttora presente, sebbene ritenuta sotto controllo e non presente in Europa.

Ma come è avvenuta la trasmissione all’uomo di questi virus?

Nel caso di SARS-CoV, il salto sembra essere avvenuto dal pipistrello alla civetta delle palme, un piccolo carnivoro, per poi arrivare all'uomo nei mercati della provincia di Guangdong, in Cina, dove veniva venduta come cibo. 

In Arabia Saudita il virus MERS-CoV è passato probabilmente dal pipistrello al cammello e poi all'uomo. 

SARS-CoV-2 sarebbe comparso nel mercato del pesce di Wuhan, dove sono presenti anche animali vivi, e sembra sia passato dal pipistrello all’uomo, oppure dal pipistrello al pangolino e da quest’ultimo all’uomo. Tra le persone il virus si trasmette attraverso le goccioline respiratorie che possono essere prodotte da persone infette e inalate da altre che poi contraggono l’infezione.

Osservare le distanze, stare all’aperto, lavare frequentemente le mani e usare la mascherina sono a tutt’oggi di fondamentale importanza, insieme al vaccino, per la prevenzione.

spot_imgspot_img

Articoli correlati

spot_img

Ultimi articoli