spot_imgspot_img

Farmaci a uso umano per gli animali: ora si può

Salute

Il ministro della Salute, Roberto Speranza, ha firmato un decreto che dà la possibilità ai veterinari di prescrivere farmaci a uso umano agli animali domestici, consentendo ai proprietari un notevole risparmio.

Questo potrà essere fatto a condizione che tale medicinale contenga il medesimo principio attivo del medicinale veterinario.

«Si tratta di un provvedimento di equità atteso da anni da milioni di cittadini. Una scelta che consentirà di garantire con più facilità le cure agli animali da compagnia e un risparmio importante per tante famiglie italiane e per le strutture che si occupano di cani e gatti», commenta il Ministro della Salute.

«Prendersi cura sempre meglio della salute degli animali da compagnia, non è solo un gesto d’affetto e di riconoscenza. Significa garantire una importante funzione relazionale e sociale che gli animali svolgono verso gli umani e tutelare la salute seguendo l’ottica One Health, un approccio che tiene insieme il nostro benessere, quello degli animali e quello dell’ambiente» conclude il ministro Speranza.

Le associazioni animaliste lo chiedevano a gran voce dal 2006, a causa del prezzo troppo elevato dei medicinali veterinari, che pare sia una delle cause dell’abbandono degli animali.

In effetti un medicinale veterinario ha un costo molto più elevato rispetto allo stesso farmaco per uso umano ma, nonostante le valide ragioni che sicuramente giustificano questo fatto, a volte è scoraggiante verificare che, per esempio, lo stesso principio attivo antinfiammatorio ha un prezzo molto inferiore per gli umani.

FonteANSA
spot_imgspot_img

Articoli correlati

spot_img

Ultimi articoli