spot_imgspot_img

La primavera? Fa bene all’umore

Salute

La possibilità di stare all’aperto, seppure fortemente ridotta dal lockdown a cui siamo costretti, la frutta e la verdura fresche di stagione sulle nostre tavole, i fiori che sbocciano, sono tutti elementi che contribuiscono a migliorare il nostro umore.

Infatti, quando le giornate iniziano ad accorciarsi, quando piove, si è più facilmente vittime del cosiddetto winter blues, una forma di depressione stagionale.

Anche studi scientifici dimostrano che la primavera ha questo effetto benefico sull’organismo e sulla mente, come per esempio uno studio pubblicato nel 2011 su Progress in Neuro-Psychopharmacology and Biological Psychiatry, che rivela che in molte persone la luce diurna prolungata migliora l'umore, il benessere e l'energia. La depressione stagionale, che è più frequente nelle donne, è causata infatti proprio dalla mancanza di luce diurna, e dà disturbi alimentari o del sonno.

Questi sintomi generalmente scompaiono con l’arrivo della primavera. La dopamina, neurotrasmettitore rilasciato dal cervello e associato all'attenzione, alla motivazione, al piacere e al buonumore, sembra aumentare con una maggiore esposizione alla luce del sole.

Anche l’alimentazione gioca però un ruolo importante, fragole e altra frutta fresca sulla tavola, con la loro funzione detossificante e idratante, sono utili per il miglioramento dell’umore e per un maggiore benessere.

Del resto anche i poeti e i pittori di ogni tempo hanno sempre sottolineato il momento in cui la natura rinasce, con la sua bellezza e i suoi colori.

Proviamo anche noi, nonostante il periodo complicato che stiamo attraversando, a lasciarci alle spalle il torpore invernale per godere appieno di questo cambiamento.

FonteANSA
spot_imgspot_img

Articoli correlati

spot_img

Ultimi articoli