spot_imgspot_img

I Sali di Schüssler per la salute

Salute

I Sali di Schüssler prendono il nome dal medico omeopata tedesco che li ha studiati, il dottor Wilhelm Heinrich Schüssler(1821-1898). 

Sono impiegati per diversi disturbi, poiché in grado di ripristinare le funzioni cellulari normali che si alterano in caso di patologie.

Negli ultimi anni il loro utilizzo si è diffuso molto, in quanto si tratta di sostanze prive di effetti collaterali e che stimolano le funzioni dell’organismo tramite un’azione regolatrice e di riequilibrio che aiuta in vari disturbi.

Ovviamente queste terapie non vogliono e non devono sostituire le terapie classiche, soprattutto nel caso di malattie croniche.

I Sali di Schüssler sono 12 e possono essere assunti anche per periodi lunghi, per la cura di disturbi o per ripristinare lo stato di salute generale. Vengono somministrati in dosi omeopatiche.

Questi Sali non sono da considerarsi alla stregua di integratori, in quanto non si limitano ad apportare sali minerali nella giusta quantità, ma li distribuiscono in maniera corretta, al posto giusto, in modo che penetrino all’interno di ogni singola cellula.

In sostanza, secondo il medico omeopata tedesco e i suoi sostenitori, l'assunzione dei sali di Schüssler incoraggerebbe l'auto-guarigione da parte delle cellule e dell'intero organismo, ripristinando l’equilibrio dei sali minerali e aiutando l’organismo a utilizzarli correttamente.

La cosa importante è scegliere il rimedio giusto, perché quello sbagliato, se pure non dannoso, è privo di utilità.

I sali sono disponibili sotto forma di compresse, facilmente assumibili anche dai bambini, o di pomate. Vengono utilizzati per prevenire o alleviare diversi problemi, quali disfunzioni dell’apparato scheletrico e respiratorio o del sistema nervoso, per ripristinare l’equilibrio della pelle e per aiutare l’apparato digerente.

spot_imgspot_img

Articoli correlati

spot_img

Ultimi articoli