spot_imgspot_img

“Tamponi solidali al tempo della pandemia”

L'iniziativa dei medici di famiglia

La pandemia ha condizionato, stravolto e cambiato per sempre la vita di tutti. Poveri, senzatetto e altre categorie svantaggiate sono tra coloro che hanno pagato il prezzo più alto. Proprio da queste necessità è nata l’iniziativa Tampone solidale in tempi di pandemia, organizzata dalla Simg – Società Italiana di medicina generale e delle cure primarie -, dalla Caritas Toscana e dalla Federazione Regionale delle Misericordie della Toscana, con il patrocinio della Regione stessa.

Grazie a questa collaborazione, saranno offerti complessivamente duemila tamponi antigenici per rilevare la presenza del virus dell’influenza e del Sars-CoV-2 alle popolazioni più bisognose, le quali spesso non hanno accesso al sistema di cura. Il Tour nella Regione Toscana prevede 14 località in diverse diocesi: Grosseto, Pitigliano, Arezzo, Lucca, Prato, Massa Carrara, Siena, Pisa, Livorno, Montepulciano, Pistoia, Pescia, San Miniato, Firenze.

«In questa seconda fase di picco epidemico continuiamo a prenderci cura non solo dei pazienti, ma anche dei medici di famiglia – sottolinea il professor Claudio Cricelli, Presidente SIMG –. Viste le molteplici difficoltà, abbiamo organizzato uno screening per il Covid attraverso l’impiego dei tamponi rapidi antigenici. Questa iniziativa, frutto della fattiva collaborazione con Caritas e Federazione delle Misericordie, è un’ulteriore dimostrazione della sensibilità dei medici di medicina generale nei confronti di tutta la popolazione del Paese, non solo di quelli ufficialmente parte del SSN. In questo progetto, la Simg fornirà il proprio supporto scientifico in termini di precauzioni e protezioni anticontagio; modalità di esecuzione; gestione della fase risultati (lettura e caricamento su piattaforma); gestione fase smaltimento rifiuti speciali; modulistica; comunicazione al paziente; comunicazione dati».

spot_imgspot_img

Articoli correlati

spot_img

Ultimi articoli