spot_imgspot_img

Ovulazione, fertilità e gravidanza

salute

Il ciclo mestruale inizia con il primo giorno di sanguinamento e termina il primo giorno della mestruazione successiva.

Ogni mese l’ovaio porta a maturazione un ovocita e lo rilascia durante l’ovulazione, nel frattempo gli ormoni preparano la mucosa interna dell’utero, l’endometrio, ad accogliere un’eventuale gravidanza.

Il ciclo mestruale medio è di 28-35 giorni. Il primo giorno del flusso mestruale inizia la fase follicolare, durante la quale gli ormoni estrogeni prodotti dall’ovaio aumentano nel sangue e producono cambiamenti nell’ovaio e nell’endometrio. Nei primi 5-6 giorni del ciclo, corrispondenti al flusso mestruale, l’endometrio si sfalda e il tessuto staccato crea un flusso di sangue insieme alle arterie sottostanti. Una volta finita la mestruazione, l’endometrio si ispessisce, preparandosi ad accogliere l’eventuale uovo fecondato da uno spermatozoo, mentre nell’ovaio gli estrogeni determinano la crescita dei follicoli contenenti le cellule uovo, di cui di solito uno solo arriva a maturazione.

L'ovulazione di solito avviene circa due settimane prima della successiva mestruazione.

Un ormone chiamato ormone luteinizzante (LH) aumenta, innescando il rilascio dell'uovo più maturo nella tuba, dove rimane per circa 24 ore in attesa di essere fecondato da uno spermatozoo che risale le vie genitali femminili a seguito di un rapporto sessuale. Quello che resta del follicolo si trasforma in corpo luteo che produce progesterone.

Segue quindi la fase luteinica, durante la quale l’endometrio continuerà ad evolvere fino a quando, se l’ovulo non viene fecondato, i livelli di progesterone (ed anche di estrogeni) calano bruscamente e l’endometrio, non venendo più nutrito, si sfalda con l’arrivo delle mestruazioni. Se invece viene fecondato, si formerà la placenta per nutrire l’embrione.

Per prevedere quando avverrà l’ovulazione ci sono degli appositi kit, in vendita in farmacia, che controllano i livelli di LH nelle urine proprio per individuare il giorno dell'ovulazione.

Anche il termometro basale può essere di aiuto, in quanto durante l’ovulazione la temperatura corporea sale leggermente, quindi misurare la temperatura con un termometro basale ogni mattina prima di alzarsi dal letto può aiutare a capire se c’è stata l’ovulazione.

test di gravidanza a domicilio controllano l’urina per individuare l'ormone della gravidanza, hCG, che viene prodotto quando un ovulo fecondato si impianta nell’utero. 

Da tenere presente che il peso influisce sulla fertilità, se si è in sovrappeso o obese perdere peso può aumentare le possibilità di rimanere incinta. Un calo di peso del 5-10% può migliorare notevolmente i tassi di ovulazione e gravidanza. 

L'obesità può anche causare infertilità e bassi livelli di testosterone negli uomini. 

Ma anche essere significativamente sottopeso può portare alla sterilità.

Anche l'età influisce sulle possibilità di concepimento, in quanto la fertilità diminuisce con l'età, anche negli uomini anziani.

Gli studi dimostrano che il numero di spermatozoi e il movimento degli spermatozoi diminuiscono con l'età degli uomini, così come la funzione sessuale, ma non esiste un'età limite che renda un uomo troppo vecchio per generare un figlio. 

spot_imgspot_img

Articoli correlati

spot_img

Ultimi articoli