spot_imgspot_img

Dolore e bruciore a urinare: la cistite

salute

La cistite è un’infiammazione acuta, in genere associata a un’infezione batterica, che predilige le donne, che sono maggiormente a rischio perché la loro uretra è molto più corta di quella dell’uomo ed è più vicina all'ano, cosa che rende più facile il passaggio dei batteri nella vescica, anche se gli uomini non ne sono esenti.

Non è pericolosa per la salute, tranne in rari casi nei quali l’infezione si può estendere alle alte vie urinarie, ma causa sintomi fastidiosi. 

I principali disturbi sono:

dolore e/o bruciore all’atto di urinare

stimolo a urinare frequentemente

urine torbide e/o maleodoranti

dolore al basso ventre

presenza di sangue nelle urine. 

Nei bambini può dare anche febbre e vomito.

La cistite è in genere sostenuta da batteri che popolano normalmente l’ultimo tratto dell’intestino, che risalgono in vescica attraverso l’uretra, cioè il condotto che trasporta l’urina all’esterno; in molti casi il batterio responsabile è l’Escherichia coli.

Il medico di solito prescrive una terapia antibiotica e, a debita distanza da quest’ultima (o subito prima di iniziare o dopo un paio di settimane dal termine della terapia) si può eseguire una urinocoltura con antibiogramma, per sapere esattamente con chi abbiamo a che fare.

I disturbi lievi, spesso, possono migliorare da soli in pochi giorni. In questi casi ci si può aiutare con dei rimedi naturali, che si possono usare anche come prevenzione, come per esempio il D-mannosio, il mirtillo rosso, l’uva ursina, la malva.

Qualche misura preventiva consiste nell’utilizzare biancheria intima di cotone, non indossare jeans attillati, bere molta acqua, detergere le parti intime sempre dalla parte anteriore (vulva) a quella posteriore (ano).

spot_imgspot_img

Articoli correlati

spot_img

Ultimi articoli