spot_imgspot_img

Un problema frequente: il fibroma uterino

Salute

I fibromi uterini sono dei tumori benigni, chiamati anche miomi o leiomiomi. Sono piuttosto frequenti e riguardano circa il 30% delle donne. Hanno dimensioni variabili e possono passare inosservati, senza dare segno alcuno della loro presenza, oppure provocare, per esempio, mestruazioni molto abbondanti.

Oltre al sanguinamento intenso, con dolori, durante il ciclo, spesso si riscontrano anemia, sanguinamento intermestruale, dolore durante i rapporti, mal di schiena nella zona lombare e frequente bisogno di urinare.

I motivi per i quali il problema compare possono essere diversi, dalla predisposizione genetica alla situazione ormonale della donna, dalla carenza di vitamina D allo stress e all’obesità.

In genere compaiono durante l’età fertile della donna, quando gli ormoni estrogeni sono ai livelli massimi, per ridursi dopo la menopausa, quando i livelli di estrogeni diminuiscono.

I fibromi possono essere scoperti casualmente durante visite ginecologiche effettuate per altri motivi, nel caso si ricorre a esami più approfonditi, come per esempio l’ecografia, per confermarne la presenza.

Se non ci sono disturbi particolari, che possano influenzare la qualità della vita, di solito non si ricorre a terapie farmacologiche, considerando che, dopo la menopausa, i sintomi diminuiranno o scompariranno del tutto.

In altri casi, lo specialista potrà prescrivere farmaci a base ormonale, da assumere per via orale o sotto forma di dispositivo intrauterino, o consigliare un intervento chirurgico per eliminare il fibroma.

spot_imgspot_img

Articoli correlati

spot_img

Ultimi articoli