spot_imgspot_img

Covid 19: un deceduto su sei con deficit cognitivo

Salute

I pazienti affetti da demenza presentavano come gli altri la febbre come sintomo di esordio ma, a differenza di chi non aveva demenza, mostravano meno frequentemente, probabilmente proprio a causa dei problemi cognitivi, i sintomi tipici dell'infezione, quali dispnea e tosse. 

Le differenze non finiscono qui, questi pazienti avevano inoltre minori possibilità di avere accesso alla terapia intensiva, e mostravano un peggioramento clinico più rapido e aggressivo rispetto agli individui con cognizione piena. 

È quanto rilevato da uno studio dell'Istituto Superiore di Sanità, apparso su Alzheimer's & Dementia: Diagnosis, Assessment & Disease Monitoring, nel corso del quale i ricercatori hanno esaminato le cartelle cliniche di 2.621 pazienti deceduti per Covid-19 e, tra questi, ne hanno identificati 415 affetti da demenza.

Il paziente tipo è più spesso donna ed è più anziano rispetto agli individui senza demenza e con problemi clinici diversi, come una maggiore prevalenza di fibrillazione atriale e di ictus e una minore prevalenza di diabete, di cancro attivo e di obesità, sempre rispetto a chi non aveva demenza. 

«Sulla base dei nostri risultati, circa un decesso su sei correlato a Covid-19 si è verificato in persone con diagnosi di demenza – evidenzia Graziano Onder, direttore del Dipartimento malattie cardiovascolari e dell'invecchiamento dell'Iss – ed è assai probabile che sia stata proprio la demenza a influenzare significativamente e negativamente la sintomatologia, il decorso e la gestione delle persone colpite, indipendentemente dall'età, dal sesso e dalle comorbilità. 

La demenza infatti ha ostacolato la tempestiva individuazione dei primi sintomi dell'infezione da Sars-CoV-2, con conseguente diagnosi tardiva e comparsa di complicanze gravi che hanno potuto evolvere più rapidamente verso la morte». 

Lo studio conferma che le persone affette da demenza sono particolarmente vulnerabili a Covid-19 e devono essere protette per ridurre l'impatto umano, sociale e sanitario della pandemia in corso e di quelle future. 

spot_imgspot_img

Articoli correlati

spot_img

Ultimi articoli