spot_imgspot_img

Le conseguenze psicologiche da Covid 19

Salute

Le conseguenze del Covid 19 sulla nostra salute mentale sono già visibili e destinate a peggiorare.

Uno studio condotto da Elaine Fox dell'Università di Oxford per l'Ufficio nazionale di statistica della Gran Bretagna rivela che nel Paese i casi di depressione sono raddoppiati rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente, passando da 1 su 10 a 1 su 5.

I ricercatori hanno condotto questo studio seguendo per oltre un anno 3.500 persone adulte, che hanno compilato dei questionari allo scopo di valutare la presenza o meno di sintomi riconducibili a una forma di depressione.

Le domande vertevano su vari aspetti del comportamento, per mettere in evidenza eventuali cambiamenti per esempio nel sonno o nell’appetito, oppure calo di interesse nel fare le cose.

È risultato che circa il 20% delle persone interpellate ha raggiunto il valore soglia della depressione, a fronte di un 10% rilevato l’anno prima.

Inoltre, parecchi dei soggetti studiati hanno descritto nuovi sintomi di depressione, assenti l’anno precedente.

Ma quali sono le categorie più a rischio? Oltre alle donne, sono risultati essere i giovani sotto i 40 anni, i disabili e coloro che hanno avuto, a causa della pandemia, difficoltà economiche.

La perdita del lavoro, l’isolamento prolungato e il deterioramento delle relazioni sociali hanno contribuito, aumentando i livelli di stress e di ansia, ad aumentare i sintomi depressivi nella popolazione.

Da ricordare, tuttavia, che si tratta di una reazione normale, una risposta fisiologica delle persone alla difficile situazione che stiamo vivendo.

spot_imgspot_img

Articoli correlati

spot_img

Ultimi articoli