spot_imgspot_img

Come si diventa un massaggiatore professionista

Sembra che la pratica del massaggio possa facilitare il benessere e la salute del corpo e della mente, con una concezione olistica, quindi che comprende nella sua totalità il benessere fisico e mentale. 

In particolare, il massaggiatore professionista è colui che eroga i massaggi e come sappiamo ce ne sono di diverso tipo: dal massaggio estetico a quello sportivo, da quello defaticante a quello di bellezza, da quello detox a quello rilassante. 

La carriera del massaggiatore professionista attira ancora oggi molte persone che vogliono lavorare in questo settore e guadagnare come dei professionisti. 

Volete cominciare una carriera come massaggiatore professionista? Allora dovete sapere che una grande passione è quello che vi serve. Per diventare massaggiatore professionista non è necessario avere una laurea o un diploma (l’unica eccezione è quella del massaggiatore professionista fisioterapista, che necessita di una laurea in fisioterapia). Ci sono corsi di 600 o 1000 ore che sono riconosciuti a livello regionale e che permettono di cominciare ad esercitare velocemente il lavoro e ad affermarsi nel settore.  

Come si diventa un massaggiatore professionista

Ma come si diventa un massaggiatore professionista? Cosa bisogna studiare? Come abbiamo avuto modo di dire, non c’è bisogno di una laurea per diventare un massaggiatore professionista. 

Bisogna però frequentare un corso per diventare massaggiatore che deve essere un corso di alta qualità ed in grado di formare in maniera completa, dal punto di vista teorico e pratico, il futuro massaggiatore professionista. 

Bisogna quindi imparare sia le nozioni teoriche di base e la storia del massaggio, che la maggiore quantità di massaggi possibili e poi specializzarsi in un settore o in un altro a seconda delle proprie esigenze. 

Sulla base dei crediti che si ottengono è possibile poi aprirsi una futura strada nella professione, all’interno di hotel, o con una partita IVA. 

Una scuola di massaggio per massaggiatore professionista deve essere riconosciuta da un’associazione di categoria, e quindi deve garantire una adeguata formazione. 

Formazione che deve essere garantita sotto ogni punto di vista sia teorico che pratico per garantire la formazione di persone complete dal punto di vista professionale, formate.

Oggi come oggi ci sono alcune associazioni di categoria che sono un punto di riferimento per chi vuole cominciare gli studi nel settore. 

Il diploma e le certificazioni finali devono essere riconosciute, in questo modo si avrà la certezza di poter essere immessi velocemente nel mercato del lavoro dopo il corso per diventare massaggiatore professionista. 

Quanto guadagna un massaggiatore professionista

Un massaggiatore professionista può lavorare negli hotel, nelle spa, nei centri benessere, nelle piscine e terme e via dicendo. Non solo nella stagione estiva, un massaggiatore professionista può lavorare tutto l’anno, e può avere a disposizione diverse opportunità di crescita professionale. 

Difficile stabilire il guadagno di un massaggiatore professionista: dipende da molti fattori, dal tipo di carriera che ha fatto, da dove lavora, ma anche dalle sue stesse capacità. 

Un massaggiatore professionista molto affermato può guadagnare migliaia di euro al mese; ovviamente con partita IVA il guadagno può essere ridotto mentre un massaggiatore professionista dipendente può avere un semplice fisso. 

Ad ogni modo ancora oggi il settore della bellezza e del benessere possono attirare tantissimi professionisti e si può anche guadagnare bene. 

In questo settore quindi ci sono tantissime opportunità di vario tipo, bisogna saperle sfruttare con il talento e con le proprie capacità. 

spot_imgspot_img

Articoli correlati

spot_img

Ultimi articoli