spot_imgspot_img

Un nuovo aiuto per smettere di fumare

Achieve Life Science, società farmaceutica specializzata, ha annunciato in anteprima con un comunicato stampa i risultati dello studio RAUORAuna ricerca che ha dimostrato come la citisiniclina sia efficace come la vareniclina per la disassuefazione dal fumo.
La citisiniclina è un alcaloide estratto da una pianta con elevata affinità di legame al recettore nicotinico dell’acetilcolina. Si ritiene che la molecola esplichi la sua azione di disassuefazione al fumo interagendo con i ricettori nicotinici cerebrali, riducendo la severità dei sintomi da astinenza alla nicotina, come pure le sensazioni di gratificazione e soddisfazione associati alla sigaretta.
Lo studio è stato condotto in Nuova Zelanda, analizzando indigeni Maori che rappresentano il gruppo etnico neozelandese che si distingue per la presenza più elevata di fumatori e il declino più lento di questo parametro negli ultimi due decenni.
In particolare, 679 individui con età media di 43 anni, con una prevalenza di donne (70%), sono stati randomizzati a trattamento per 12 settimane con citisiniclina o vareniclina.
Il trattamento è stato somministrato secondo uno schema di 25 giorni di titolazione posologica verso il basso, a cui faceva seguito una fase di 12 settimane che prevedeva la somministrazione due volte al giorno del farmaco assegnato dalla randomizzazione.
L’endpoint primario era rappresentato dai tassi di astinenza duratura al fumo a 6 mesi, confermata mediante analisi biochimica.
La citisiniclina, in associazione a terapia comportamentale, è risultata efficace almeno quanto vareniclina a 6 mesi. Inoltre, il nuovo farmaco sperimentale si è caratterizzato anche per un numero ridotto di effetti collaterali rispetto a quanto osservato con vareniclina.

Lo studio RAUORA verrà presentato a settembre, con i suoi risultati finali, in occasione del congresso europeo della Società per la ricerca sulla nicotina e il tabacco.

spot_imgspot_img

Articoli correlati

spot_img

Ultimi articoli