spot_imgspot_img

Sono tra i farmaci più usati: i diuretici

Salute

I diuretici aumentano la produzione e l’eliminazione dell’urina, con diversi meccanismi d’azione. Il principale utilizzo è nell’ipertensione arteriosa (pressione sanguigna elevata), in quanto l’azione diuretica causa una riduzione del volume di sangue circolante, che porta a un abbassamento della pressione del sangue. Altre situazioni per cui trovano indicazione sono l’insufficienza renale, cioè l’incapacità dei reni di svolgere la loro funzione, l’insufficienza cardiaca, cioè l’incapacità del cuore di pompare sangue a sufficienza nelle arterie, edemi di varia natura, cioè rigonfiamenti dovuti all’accumulo di liquidi, necessità di rimuovere delle sostanze tossiche dall’organismo, per esempio farmaci. Proprio per quest’ultima particolarità di eliminare sostanze dall’organismo, i diuretici sono considerati farmaci dopanti. 
I diuretici possono agire a vari livelli sui reni e la scelta della terapia dipende dal tipo di patologia che si deve curare e dalle condizioni fisiche del paziente. In commercio esistono sotto forma di capsule o compresse da assumere per via orale oppure in fiale da iniettare per avere un’azione più rapida. Possono essere dispensati solo dietro presentazione di ricetta medica e devono essere assunti secondo le indicazioni del medico, per evitare che la terapia non abbia effetto o che si manifestino pesanti effetti collaterali.
Le classi principali di diuretici sono:

diuretici dell’ansa, che producono un’intensa diuresi dose-dipendente di durata relativamente breve

furosemide
torasemide
acido etacrinico

diuretici tiazidici, che inibiscono il riassorbimento del sodio e del cloro nei tubuli renali e contemporaneamente causano un aumento dell’escrezione di potassio

clorotiazide
idroclorotiazide
indapamide
metolazone

diuretici risparmiatori di potassio, che riducono la perdita di potassio

spironolattone
amiloride
triamterene
eplerenone

diuretici inibitori dell’anidrasi carbonica, più che altro utilizzati nella terapia del glaucoma (ipertensione oculare)

acetazolamide

diuretici osmotici, si usano per prevenire o ridurre gli edemi cerebrali o la pressione intraoculare nel glaucoma

mannitolo

Gli effetti collaterali che questi farmaci hanno in comune sono aumento eccessivo della diuresi e perdita di sali minerali con le urine, specialmente potassio (ipokaliemia) se si utilizzano i diuretici tiazidici, o addirittura eccesso di potassio (iperkaliemia) se si utilizzano i diuretici risparmiatori di potassio,
Particolare attenzione deve essere posta da chi assume altre terapie, con le quali i diuretici potrebbero interagire, per cui è opportuno chiedere sempre consiglio al  medico o al farmacista.
 

spot_imgspot_img

Articoli correlati

spot_img

Ultimi articoli