spot_imgspot_img

Coronavirus: come comportarsi in spiaggia?

La cosa preoccupa un po’ tutti: come sarà andare in spiaggia dopo questa emergenza? Ovviamente nessuno si aspetta che sarà come prima, ma vediamo esattamente cosa potremo o non potremo fare.

Abbiamo oltre 7.000 km di costa e un numero elevato di aree di balneazione, il che può rendere significativo il rischio riconducibile al turismo balneare, a causa dell’affollamento, delle occasioni di vicinanza e contatto.

Poca importanza ha invece il rischio correlato alla potenziale contaminazione delle acque da reflui o da escreti infetti presenti a monte dell’area di balneazione o diffusi da imbarcazioni, grazie alle misure di controllo e monitoraggio a carattere ambientale e sanitario applicate in base alla normativa vigente.

È raccomandato di prenotare l’accesso agli stabilimenti, anche online, eventualmente per fasce orarie, in modo da prevenire assembramenti, e registrare gli utenti, anche per rintracciare retrospettivamente eventuali contatti a seguito di contagi, mantenendo l’elenco delle presenze per un periodo di almeno 14 giorni, nel rispetto della normativa sulla privacy.

I gestori dovranno utilizzare cartellonistica e locandine con le regole comportamentali comprensibili anche per utenti di altre nazionalità, regolamentare gli accessi e gli spostamenti sulle spiagge, anche attraverso percorsi dedicati, e disporre le attrezzature in modo da garantire in ogni circostanza il distanziamento interpersonale.

Dovrà inoltre essere garantito il distanziamento interpersonale di almeno 1 metro tra persone non appartenenti allo stesso nucleo familiare, in ogni circostanza, anche durante la balneazione.

Inoltre, viene stabilito di misurare la temperatura corporea, quando possibile, del personale e dei bagnanti con interdizione di accesso se risulta superiore ai 37,5°C.

Niente balli e feste, eventi sociali, buffet, eventi musicali, a meno che non si ascolti la musica con postazioni sedute che garantiscano il distanziamento interpersonale.

I lettini e le sdraio dovranno essere sanificati quotidianamente, così come le cabine e le altre attrezzature e superfici.

spot_imgspot_img

Articoli correlati

spot_img

Ultimi articoli