spot_imgspot_img

Chirurgo plastico, come scegliere quello giusto

Qualunque siano le modalità con cui arrivate ad un nominativo, l’importante è verificare di affidarsi alle mani giuste.

Perché spesso le pazienti non prendono con la dovuta serietà le operazioni di chirurgia plastica, paragonandoli inconsciamente a dei trattamenti estetici superficiali e poco invasivi.

Il chirurgo plastico specializzato deve invece avere non solo comprovata preparazione tecnica ma anche misura ed equilibrio nel rapportarsi ai pazienti, sapendo fornire il giusto rimedio, con la giusta misura.

Dimentichiamo i mostri creati in passato spesso causati da materiali e strumenti oggi in disuso (vedi il silicone). A causa di alcuni eccessi, molti dei quali ormai celebri, prodotti nei decenni passati, la chirurgia plastica è stata da molti demonizzata. Oggi grazie agli studi e alla conoscenza degli strumenti, si possono ottenere risultati naturali ed equilibrati. Questo dipende ovviamente anche dalle richieste fatte dal paziente ma un buon chirurgo deve saper mediare e mostrare tutte le opzioni possibili.

Attenzione alla specializzazione

Perché è importante verificare la reale specializzazione del chirurgo dal quale andrete a visita? Perché molto spesso medici chirurghi non specializzati praticano la chirurgia plastica, ma chi andrebbe da un cardiologo che in realtà non è specializzato?

Come per tutte le specializzazioni anche per quella in chirurgia plastica si deve seguire un percorso di formazione, con ore in sala operatoria, un percorso accademico al termine del quale si avranno le competenze necessarie per operare in questo settore. Per non parlare del fatto che il chirurgo plastico specializzato si mantiene in costante aggiornamento circa le novità del settore, e proprio grazie allo studio costante e alle ore passate in sala operatoria, spesso mette a punto protocolli volti a minimizzare le complicazioni, producendo anche materiale scientifico. Quando cercherai su internet ricorda di controllare se ci sono pubblicazioni scientifiche a suo nome, osserva bene le attività svolte, cerca il curriculum su Linkedin, insomma usa la rete per una sana indagine.

Il chirurgo specializzato ritarda nel tempo l’uso del bisturi

Parlando di medicina estetica, oggi paradossalmente il chirurgo plastico specializzato, avendo una piena conoscenza di tutte le alternative offerte dalla chirurgia e dalla medicina estetica, riesce a ritardare nel tempo operazioni altrimenti inutili. Ad esempio grazie a filler e fili di trazione, è possibile arrivare ad un eventuale lifting chirurgico molto in là negli anni. Mentre nei decenni passati era la prima soluzione, oggi il chirurgo propone prima procedure ancillari e solo in ultima battuta si arriva al lifting chirurgico.

Un altro modo per capire la serietà del chirurgo al quale vi siete rivolti è verificare se vi darà informazioni dettagliate sul materiale che andrà ad utilizzare. Ad esempio il tipo di impianto nel caso di una mastoplastica additiva; informazioni sulle fiale che andrà ad iniettarvi per un filler.

Un chirurgo plastico vi fornirà automaticamente tutte queste informazioni, seguendo tutti i protocolli necessari e redigendo una cartella clinica in cui annoterà le procedure eseguite in sala operatoria. In questo modo anche a distanza di anni avrete sempre tutte le informazioni a riguardo, utili quando ci si rivolge ad un altro medico o nel caso ci si debba sottoporre ad un intervento simile.

Insomma il bravo chirurgo plastico specializzato può diventare un ottimo alleato nel risolvere piccoli o grandi problemi. L’importante è trovare chi può farlo con competenza, misura, producendo risultati equilibrati.

spot_imgspot_img

Articoli correlati

spot_img

Ultimi articoli