spot_imgspot_img

Lipoma, perché compare?

Salute

Appare come un piccolo rigonfiamento, non doloroso, mobile al tatto. In teoria può svilupparsi dovunque, ma si riscontra più frequentemente sulla schiena, le spalle, le braccia, le cosce e il petto.

Se si localizza nelle zone profonde del corpo, come a livello toracico, addominale o meningeo, può provocare seri danni, ma in genere si presenta come un accumulo di grasso sottocutaneo avvolto da una capsula fibrosa che non dà particolare fastidio.

È un problema piuttosto comune (circa una persona su cento) e si presenta a tutte le età, senza distinzione di sesso o di razza.

Le dimensioni possono variare da uno a cinque centimetri, ma può essere anche molto più grosso.

Di solito non dà problemi per tutta la vita della persona a meno che, come accennato, non sia situato in posizioni particolari.

Sulla causa della comparsa del lipoma, in realtà, non si sa granché, l’ipotesi della famigliarità è la più accreditata, ma anche l’obesità o un trauma potrebbero incidere.

Se si tratta di un lipoma sottocutaneo, il medico può fare la diagnosi in base alla palpazione, a un prelievo di un campione di tessuto per una biopsia e eventualmente a una ecografia, a meno che si tratti di un lipoma molto grande o con caratteristiche particolari, che richiederebbe analisi più approfondite.

Nella maggior parte dei casi non necessita di alcuna terapia, visto che non crea problemi. Se invece desse dolore, fastidio o infiammazione, o creasse problemi estetici, si può ricorrere alla rimozione chirurgica, alla laserterapia oppure alla liposuzione.

Non è noto se ci sia un modo per prevenirne la comparsa, se non raccomandare di seguire un corretto stile di vita, sia dal punto di vista alimentare, per mantenere un peso corporeo corretto, sia comportamentale, per esempio smettendo di fumare e limitando l’uso di lampade abbronzanti.

spot_imgspot_img

Articoli correlati

spot_img

Ultimi articoli