spot_imgspot_img

Coronavirus: attenzione alle fake news

Sul proprio sito, il Ministero della Salute fa il punto della situazione in merito alle bufale circolanti soprattutto sul web.

Per proteggersi dall’infezione, per esempio, qualcuno consiglia di fare dei gargarismi con la candeggina, oppure di assumere acido acetico o steroidi, di utilizzare oli essenziali e acqua salata. Non solo queste pratiche non servono a proteggere dal Covid 19, ma alcune sono addirittura rischiose per la salute.

Si è parlato tanto anche della possibile trasmissione del virus da parte degli animali domestici, cosa che purtroppo ha fatto registrare anche casi di abbandono.

In realtà, non esiste alcuna evidenza scientifica che gli animali domestici, quali cani e gatti, possano contrarre il nuovo coronavirus e trasmetterlo all'uomo. Come regola generale si consiglia però di lavarsi bene le mani con il sapone dopo il contatto con gli animali, comune pratica igienica da seguire indipendentemente da questa situazione.

Qualche settimana fa c’è stata la corsa per accaparrarsi la vitamina C, in quanto circolava la voce riguardo una sua azione protettiva nei confronti del Coronavirus, ma anche in questo caso non vi sono evidenze scientifiche che lo confermino.

Se prima ci veniva ripetuto che le mascherine non servono, ora ci sono persone che ne indossano due, o anche tre, sentendosi più al sicuro.

Indossare più mascherine sovrapposte non è invece di alcuna utilità, in quanto aiutano a limitare la diffusione del virus, ma in aggiunta ad altre misure di igiene, in particolare delle mani. Inoltre l'uso razionale delle mascherine è importante per evitare inutili sprechi di risorse preziose.

In ogni caso, per evitare di imbattersi in notizie false e pericolose per la salute, si raccomanda quindi di fare sempre riferimento a fonti istituzionali ufficiali e certificate.

spot_imgspot_img

Articoli correlati

spot_img

Ultimi articoli