spot_imgspot_img

Tinture per capelli: possono nuocere alla salute?

Salute

La maggior parte delle persone usa le tinture per coprire i capelli bianchi, ma soprattutto nei giovani c’è voglia di cambiare, così a volte si vedono teste dagli strani colori, dal blu al fucsia, e molto altro ancora.

L’utilizzo delle tinture per capelli risale ai tempi antichi: l’henné era usato già nell’antico Egitto, in Grecia si usavano gli stessi coloranti usati per i tessuti, mentre nell’antica Roma venivano mescolati ingredienti naturali con coloranti.

La produzione di questi prodotti è regolamentata da una specifica legislazione europea (Regolamento (CE) n. 1223/2009), dal 2013 in vigore anche in Italia con lo scopo di garantire la sicurezza e la salute del consumatore.

Questo Regolamento, tra l’altro, vieta l’uso di sostanze tossiche, cancerogene o mutagene (che possono indurre mutazioni nei geni).

Le tinture possono essere temporanee, semipermanenti o permanenti.

Le prime due vengono rilasciate via via con il lavaggio dei capelli, uno o due lavaggi per le tinture temporanee, chiamate anche riflessanti, di più per le semipermanenti.

Le tinture permanenti, invece, penetrano in profondità alterando la melanina, il pigmento naturale del capello. Vengono usate per coprire i capelli bianchi o modificare il colore.

Le tinture per capelli sono costituite da prodotti che devono essere miscelati subito prima dell’uso: l’agente alcalino, che rende permeabile lo strato esterno del capello, allo scopo di far penetrare in profondità le sostanze ad azione ossidante e decolorante, e l’agente colorante. 

Le tinture di più recente produzione non contengono ammoniaca, in ogni caso, quando si applica una tintura il cuoio capelluto deve essere integro, senza escoriazioni, anche se è possibile che si manifesti una dermatite da contatto a causa di un’allergia.

Per quanto riguarda le tinture in commercio prima del 1980 si è parlato di agenti cancerogeni che potevano provocare tumori del sangue e della vescica, dati che però non sono stati confermati dagli studi eseguiti. Oggi, tuttavia, questi ingredienti sono stati sostituiti con altri più sicuri.

Dal 2003 la Commissione Europea è molto attenta alla sicurezza delle tinture per capelli, ha bandito parecchi ingredienti ritenendoli poco sicuri e ha stabilito delle regole per quelli rimasti in commercio.

È raccomandato utilizzare dei guanti di protezione quando si applica una tintura e, per evitare inaspettate reazioni allergiche, è consigliabile testare il prodotto su una piccola zona del braccio prima di applicarlo sul cuoio capelluto.

spot_imgspot_img

Articoli correlati

spot_img

Ultimi articoli