spot_imgspot_img

Infezioni urinarie? In arrivo un vaccino

Salute

Purtroppo i batteri stanno diventando sempre più resistenti agli antibiotici e spesso le infezioni urinarie sono difficili da debellare.
In un futuro prossimo però un vaccino potrebbe prevenire queste infezioni, grazie al lavoro che stanno facendo i ricercatori dell’Università del Texas a Dallas, che in laboratorio hanno dimostrato l'uso di alcune strutture per incapsulare e inattivare cellule batteriche per creare una sorta di deposito che consente ai vaccini di durare più a lungo nell'organismo. 
«La vaccinazione come via terapeutica per le infezioni delle vie urinarie ricorrenti viene esplorata perché gli antibiotici non funzionano più», ha affermato Nicole De Nisco, scienziata che ha condotto l'analisi. 
Più della metà delle donne viene colpita almeno una volta nella vita da un’infezione alle vie urinarie, e qualcuna ne ha anche 2-3 all’anno.
Molte di queste sono causate da un batterio chiamato Escherichia coli, lo stesso batterio utilizzato negli esperimenti condotti sugli animali.
Dopo il vaccino, quasi tutti gli animali sono sopravvissuti, e i ricercatori ritengono che lo studio potrebbe essere ampliato ad altre infezioni batteriche, tra cui l’endocardite e la tubercolosi.
Il vaccino è una compressa sublinguale, che si scioglie sotto la lingua, e il suo compito è quello di addestrare il sistema immunitario a riconoscere e combattere i batteri responsabili di infezioni.
Queste compresse non devono essere conservate in frigorifero, rendendo così più semplice il trasporto e la conservazione.

spot_imgspot_img

Articoli correlati

spot_img

Ultimi articoli