spot_imgspot_img

Lo stress spinge al fumo più le donne che gli uomini

Differenze di genere anche per quanto riguarda le sigarette

Siete donne e desiderate smettere di fumare? Cominciate col ridurre lo stress. Sì, perché secondo quanto emerso da un recente studio, pubblicato su Nicotine & Tobacco Research ed effettuato da un gruppo di ricercatori della Medical University of South Carolina, le donne desiderano più una sigaretta quando sono sottoposte a stress rispetto agli uomini: una scoperta importante, perché potrebbe portare allo sviluppo di strategie per liberare dal vizio del fumo mirate alla riduzione dello stress.

Per giungere a questa conclusione gli scienziati americani hanno preso in esame 177 fumatori, maschi e femmine, sottoponendoli a situazioni stressanti, ad esempio mediante notizie di eventi violenti o immagini di guerra; notando proprio che le donne sperimentavano maggiore desiderio di sigarette rispetto agli uomini. Curiosamente non sono state rilevate differenze di genere quando sono state mostrate ai partecipanti immagini scioccanti relative al fumo (come quelle che vengono tipicamente poste sui pacchetti di sigarette, al fine di disincentivarne il consumo).

Secondo i ricercatori, una possibile spiegazione di questa differenza di genere nel ricorso al fumo nei momenti di maggiore stress potrebbe spiegarsi col fatto che gli uomini riescono a trovare, più delle donne, rilassanti alternative alla sigaretta. Ad ogni modo i risultati della ricerca suggeriscono che lo stress può essere qualcosa che fa mantenere questa cattiva abitudine più alle donne. Inoltre lo studio può aiutare a capire cosa realmente spinge verso il fumo e cosa può realmente creare ostacoli ad eventuali trattamenti per liberarsi dal vizio: se fumare avesse a che fare unicamente con la nicotina tutti reagirebbero allo stesso modo nei confronti delle terapie sostitutive, ma il discorso è evidentemente più complesso.

spot_imgspot_img

Articoli correlati

spot_img

Ultimi articoli