spot_imgspot_img

Infezioni da citomegalovirus: come si trasmettono

Salute

Citomegalovirus, o CMV, appartiene alla famiglia degli Herpesvirus ed è molto diffuso. Quando viene contratto, rimane latente all’interno dell’organismo per tutta la vita, riattivandosi in caso di indebolimento delle difese immunitarie.

In Italia si stima che circa il 70-80% delle persone adulte sia positiva agli anticorpi anti-CMV.

Un sistema immunitario efficiente tiene sotto controllo l’infezione, ma se le difese immunitarie sono compromesse, come può accadere a chi è sottoposto a chemioterapia per la cura di un tumore, ai trapiantati o a chi è affetto da HIV, o nei bambini al di sotto dei due anni si possono avere complicanze anche gravi, soprattutto a livello oculare, dell’apparato digerente, dei polmoni e del sistema nervoso centrale.

Particolarmente grave l’infezione se viene trasmessa al feto dalla madre, in quanto può provocare parto prematuro, aborto spontaneo, morte fetale oppure danni permanenti nel bambino. 

L’uomo è l’unico serbatoio di questo virus, che può essere trasmesso da persona a persona tramite i fluidi del corpo come saliva, liquido seminale, secrezione vaginale, sangue, urina, lacrime e latte materno (infezione postnatale), oppure attraverso trasfusioni di sangue o trapianti di organi o di midollo.

Di solito gli individui sani non manifestano sintomi e quindi neppure si accorgono dell’infezione. A volte però compaiono febbre, malessere e ingrossamento dei linfonodi, sintomi che possono essere confusi con quelli dell’influenza. 

Le forme lievi di solito non vengono trattate e scompaiono spontaneamente, mentre i soggetti immunocompromessi con questa diagnosi vengono trattati con antivirali, come ganciclovir e valganciclovir. Si può fare qualcosa per la prevenzione? Un vaccino è ancora in fase di sviluppo, la cosa principale rimane l’igiene personale, con particolare attenzione al lavaggio delle mani con acqua calda e sapone, soprattutto dopo essere andati in bagno o dopo aver cambiato i bambini, prima di mangiare e dopo un qualsiasi contatto con fluidi corporei.

spot_imgspot_img

Articoli correlati

spot_img

Ultimi articoli