spot_imgspot_img

Vitamina D: alleata anche contro il tumore del colon-retto

Bastano 15 minuti di Sole al dì per produrne a sufficienza

La vitamina D è essenziale per una corretta mineralizzazione delle ossa e dei denti. Inoltre è indispensabile per la crescita ed il rimodellamento osseo. Infine interviene nella regolazione del metabolismo del calcio e del fosforo, favorendone l'assorbimento intestinale. A tutto ciò va ora aggiunto quanto emerso da un recente studio, pubblicato sul Journal of the National Cancer Institute, secondo cui la vitamina D protegge da quello che in Italia è il tumore più comune: quello al colon-retto. Dalle statistiche emerge infatti che il rischio di sviluppare un tumore del colon-retto nel corso della vita è presente in una donna su 24 e in un uomo su 22.

La ricerca – effettuata da diversi scienziati proveniente da Europa, Asia e America – ha cercato di comprendere gli effetti della vitamina D sulle persone, analizzando i risultati ottenuti da oltre 5mila casi di tumore del colon-retto e 7mila casi controllo, raccolti da 17 precedenti studi realizzati nell’arco di cinque anni e mezzo. Gli esperti fanno sapere che, in questo arco di tempo, rispetto ai soggetti con concentrazioni di vitamina D adeguate (secondo gli standard per la salute dell'osso), nei soggetti con concentrazioni più basse risultava maggiore il rischio di sviluppare un tumore del colon-retto: una maggiorazione del 31%. Mentre coloro che mostravano livelli di vitamina D superiori agli standard necessari la salute delle ossa, il rischio di sviluppare un tumore al colon-retto si riduceva del 27%. Secondo i ricercatori questi dati fanno pensare che gli attuali livelli considerati ottimali per la salute delle ossa potrebbero essere in realtà inferiori a quelli necessari per la prevenzione del tumore al colon-retto.

La vitamina D è prodotta dalla pelle che la sintetizza dal precursore 7-deidrocolesterolo, tramite l'azione della luce solare. Per produrre la quantità di vitamina D necessaria al nostro organismo sono sufficienti 15 minuti al giorno di esposizione alla luce del Sole. Tra gli alimenti più utili alla formazione di vitamina D troviamo: alcuni tipi di pesce (aringa, sgombro, sardine), l'olio di fegato di merluzzo, il burro, i formaggi grassi e le uova.

spot_imgspot_img

Articoli correlati

spot_img

Ultimi articoli