spot_imgspot_img

Tom Hanks: «Il diabete? Da giovane sono stato idiota»

Una patologia in forte ascesa a causa dell'obesità

Tom Hanks è uno degli attori più famosi e di successo di Hollywood: ma l'interprete americano, due volte premio Oscar per «Philadelphia» e «Forrest Gump», già da qualche tempo ha affermato di soffrire di diabete di tipo 2. E, in un'intervista rilasciata a Radio Times ultimamente, ci ha tenuto a sottolineare chi sia il colpevole di questa malattia: sé stesso. Durante la chiacchierata l'attore, oggi cinquantanovenne, ha avuto parole durissime nei confronti del suo comportamento quando era più giovane, affermando come sia stato un «idiota totale». «Faccio parte di quella generazione di pigri americani che sono andati avanti in maniera cieca – ha affermato Tom Hanks – e oggi si ritrovano a dover gestire una malattia».

«Pensavo potessi evitare le complicazioni semplicemente scartando un po' di pane dal proprio cheeseburger: ebbene, mio malgrado ho scoperto che ci vuole un po' più di così», ha constatato poi amaro. Tuttavia, ovviamente, non tutto è perduto: «il mio dottore afferma che se riuscissi ad arrivare al mio peso forma, potrei riuscire a sconfiggere il diabete di tipo 2». La sua fortuna? La famiglia: «oggi sono padre di 4 figli: il primo l'ho avuto a 21 anni, e questa responsabilità mi ha permesso di non diventare uno di quegli attori che abusano di alcol o droghe. Ho avuto anch'io le mie esperienze, ma per fortuna non ho fatto un'abitudine di questi vizi».

Vizi che avrebbero potuto ovviamente peggiorare la condizione di cui soffre. Il diabete di tipo 2 è una patologia metabolica caratterizzata da alti livelli di glucosio nel sangue, causati da resistenza e dalla relativa deficienza di insulina. Si tratta di una patologia che negli ultimi anni ha conosciuto, purtroppo, un aumento significativo, a causa della diffusione contestuale del fenomeno dell'obesità: se nel 1980 i pazienti che soffrivano di tale malattia erano circa 100 milioni nel mondo, e nel 2010 285 milioni, il dato è cresciuto fino a 422 milioni solo negli ultimi 5 anni. Le complicazioni legate al diabete di tipo 2 possono essere gravi, e comprendono: ictus, malattie cardiache, retinopatia, insufficienza renale, amputazioni.  

spot_imgspot_img

Articoli correlati

spot_img

Ultimi articoli