spot_imgspot_img

La storia del piccolo Vinny, malato di cancro a 7 anni

Esistono storie che se vedessimo al cinema ci affretteremmo ad affermare che possano essere solo finzione, dimenticandoci che spesso, la realtà, supera di gran lunga la fantasia. C'è chi dice che il destino non esiste, e chi al contrario afferma come sia un'entità beffarda, una divinità che si diverte a giocare con le nostre vite. Dopo aver ascoltato la storia di Vinny Desautels, così come raccontata dal Washington Post, è davvero difficile riuscire a non essere d'accordo con la seconda scuola di pensiero. Il piccolo, un bambino di 7 anni, era rimasto talmente commosso nel guardare la madre, una hair stylist, preparare la chioma per le donne malate di cancro, che aveva deciso di farsi crescere i capelli il più possibile, di modo da aiutare a modo suo le pazienti che si sottoponevano a chemioterapia.

Vinny ha rifiutato di tagliarsi i capelli per ben due anni, subendo anche gli sfottò dei compagni di classe: i coetanei vedevano solo un bambino con la capigliatura lunga quanto quella di una ragazzina, non riuscendo a comprendere appieno quale nobile scopo si celasse dietro quella chioma. Ma Vinny, al contrario, ne era perfettamente consapevole: e mai si è lasciato piegare dalla vergogna. A marzo i suoi capelli erano abbastanza lunghi da poter essere tagliati e donati ai piccoli pazienti che lottano per la vita , per i quali vedere il proprio capo perdere inesorabilmente la chioma rappresenta un contraccolpo psicologico notevole, prim'ancora che fisico.

L'esistenza di questo piccolo eroe è cambiata inavvertitamente quel giorno: e come spesso accade, tutto è iniziato da un dettaglio da niente, un semplice, fastidioso prurito all'occhio, che non voleva saperne di passare. Il primo pensiero dei genitori fu che potesse trattarsi di semplice allergia: solo quando l'occhio si è gonfiato, hanno deciso di portare Vinny dall'oculista per ulteriori accertamenti. Nel frattempo, sopraggiungeva anche un dolore al ginocchio: probabilmente una botta, dovuta ad un eccesso di vitalità nel giocare, tipico dei bambini. Infine, uno strano gonfiore all'anca, che fa sorgere i primi veri sospetti. La lastra fuga ogni dubbio, e fornisce la diagnosi definitiva: quella peggiore. Vinny è infatti affetto da un cancro all'osso pelvico, il sarcoma di Ewing, un rarissimo tipo di tumore, soprattutto per quel che riguarda i bambini. Purtroppo, anche il prurito all'occhio si rivela essere una neoplasia. Vinny, a soli sette anni, aveva capito l'importanza di fare qualcosa per stare vicino a chi combatte questa terribile battaglia: battaglia che il destino ha voluto che oggi fosse anche sua. Il bambino, ora, dovrà affrontare assieme alla famiglia la lotta contro un tumore al quarto stadio: ed è giusto che tutto il mondo faccia il tifo per questo piccolo campione.

spot_imgspot_img

Articoli correlati

spot_img

Ultimi articoli