spot_imgspot_img

Premiati i vincitori del Premio giornalistico sull’Alzheimer

Con l’intento di promuovere la più sensibile, corretta e completa informazione sul morbo di Alzheimer (ovvero la forma più comune di demenza senile, responsabile di un’alterazione delle funzioni cerebrali che implica serie difficoltà per il paziente nel condurre le normali attività quotidiane), il 20 settembre 2014 era stato indetto dalla Federazione Alzheimer Italia e Unamsi (Unione Nazionale Medico Scientifica di Informazione) la IV edizione del Premio giornalistico ‘Alzheimer: informare per conoscere – Cura, Ricerca, Assistenza’, le cui premiazioni si sono tenute lo scorso mercoledì 16 settembre.

I cinque vincitori, premiati a palazzo Marino nel corso del convegno pubblico ‘RICORDATI DI ME – Gli ultimi dati della ricerca scientifica alla luce della Dementia-friendly Community’ organizzato in vista della XXII Giornata Mondiale Alzheimer, sono infine risultati essere Maria Giovanna Faiella per il Corriere Salute, Antonella Palermo per Radio Vaticana, Roberta Raviolo per Come stai, Cinzia Testa per Donna Moderna e Alessio Pappagallo per Il Giornale.it.

Autore del contenuto ‘Diagnosi precoce dell'Alzheimer: soluzione cercasi’ (ilgiornale.it, 1 luglio 2015), Alessio Pappagallo ha redatto un «articolo tutto dedicato alla ricerca medico scientifica sull'Alzheimer, campo affrontato con grande equilibrio e serietà giornalistica. L’autore cita e fa commentare da esperti gli ultimi studi clinici pubblicati, ma senza cedere a facili, semplicistiche illusioni che fanno intravedere la cura 'a breve' e notando come negli ultimi 10 anni siano stati effettuati 200 trial di ricerca farmacologica senza alcun risultato tangibile».

Al termine della cerimonia è stata infine annunciata la V edizione del Premio che, in occasione della Giornata Mondiale Alzheimer del 2016, premierà i migliori articoli in tema di Alzheimer scritti fra il 16 luglio 2015 e il 15 luglio 2016.

spot_imgspot_img

Articoli correlati

spot_img

Ultimi articoli