spot_imgspot_img

Tumore del seno e prevenzione: arriva il video virale

È innegabile che il decolleté di una donna attragga le attenzioni di uomini e donne, soprattutto laddove esso si presenti pieno e ben esposto. La scollatura rappresenta da sempre un'arma di seduzione e competizione, ma a volte può anche essere un limite se la concentrazione del nostro interlocutore si fissa solo ed esclusivamente su di essa: emblematico il caso di Marion Cotillard, famosa attrice francese premio Oscar che nel 2010 pubblicizzava le «Forehead Tittaes», che altro non erano che un seno finto da applicare sulla fronte per evitare il malcostume tutto maschile di fissare il petto, e non gli occhi, della donna con la quale si sta avendo una conversazione.

Il risultato del video, ancora oggi disponibile su internet, era innegabilmente comico e paradossale. Sempre su questa lunghezza d'onda si introduce un nuovo filmato, prodotto stavolta dalla Nestlè Fitness: l'idea è quella di filmare la giornata di una ragazza con una scollatura generosa per mezzo di una telecamera nascosta proprio sul seno. L'obiettivo è quello di catturare ogni maliziosa occhiatina che cade sulla scollatura, di modo da fare un bilancio complessivo su quante persone osservano il decolletè della volontaria durante le 24 ore.

Tra gli sguardi fugaci ed interessati di camerieri e semplici passanti, e quelli più maliziosi e scortesi delle altre donne, il bilancio finale del «Nestlè Fitness BraCam», diventato ormai virale e visualizzato da un milione e mezzo di persone nell'arco di pochi giorni, contava qualcosa come trentotto sbirciatine: risultato piuttosto discreto e del tutto approssimativo. Sì, perché lo scopo di questo video non è tanto quella di compiere una rigorosa ricerca sociale sulle scollature, quanto di sensibilizzare in maniera divertente la popolazione femminile su un tema più che mai attuale: quello della prevenzione. L'ultima sovrimpressione del filmato recita infatti: «E tu, quand'è stata l'ultima volta che hai guardato?».

Ottobre è «il mese della prevenzione» del carcinoma alla mammella, quello scelto per la XXII Campagna Nastro Rosa promossa dalla Lega Italiana per la Lotta contro i Tumori: dunque si tratta dell'ennesima iniziativa volta a far comprendere alle ragazze l'assoluta importanza di regolari controlli nella lotta del tumore del seno, patologia che rappresenta il 29% delle neoplasie che colpiscono le donne, in particolare una su otto. Una diagnosi tempestiva nelle fasi più precoci della malattia risulta fondamentale per aumentare l'efficacia della terapia, quindi la domanda è la seguente: se nell'arco della giornata 38 persone ti guardano il seno, perché non seguire il loro esempio con una visita senologica? 

spot_imgspot_img

Articoli correlati

spot_img

Ultimi articoli