spot_imgspot_img

Il rosso, arma di seduzione e di competizione tra donne

Da sempre il colore rosso è correlato ad un significato recondito che scatena nell'individuo posto di fronte ad esso reazioni ancestrali incontrollabili. Esattamente come succede coi tori, di tutte le variazioni cromatiche, è quella che stimola maggiormente delle reazioni nel nostro organismo, forse a causa della connessione col sangue e, di conseguenza, le energie vitali. Pare che la sua visione induca in noi un'accelerazione del battito cardiaco e della pressione sanguigna: prediligere il rosso è solitamente sintomo di forte passionalità e carattere competitivo.

Tale colore, sia che compaia nella bocca dopo una passata di rossetto, sia che venga selezionato per l'outfit ideale di un vestito da sera, è da sempre associato anche al manuale della perfetta femme fatale. Jessica Rabbit che scende ancheggiando sensuale da una scalinata e si sdraia sul pianoforte mentre canta un motivo rimasto nell'immaginario collettivo; le labbra carnose di Marylin Monroe; Kelly LeBrock che tenta di domare una gonna che svolazza nell'aria; Julia Roberts che conquista Richard Gere ad una sofisticata serata all'opera; hanno tutte in comune il colore rosso.

È talmente palese l'associazione tra questo colore, la sensualità e l'erotismo, che uno studio dell'Università di Rochester di Trnava, Slovacchia, ha evidenziato in una ricerca pubblicata nella rivista specializzata Personality and Social Psychology Bulletin che vestirsi in questo modo fa scattare dei meccanismi di psicologia femminile che aumentano la rivalità tra donne. Esse si sentirebbero infatti inconsciamente minacciate e provocate dalle altre che decidono di indossare abiti rossi, tanto da reagire esattamente come un toro nell'arena per proteggere quello che sentono essere la loro proprietà, in questo caso l'uomo che le appartiene.

L'esperimento era basato sulla visione di fotografie di donne vestite di bianco, rosso e verde: un questionario chiedeva alle partecipanti di esprimere la propria opinione riguardo a chi ritenessero fosse più propenso alle avventure sessuali; chi fosse maggiormente fedele al marito; infine, quale delle ragazze nelle immagini avrebbero presentato più volentieri al compagno. Nonostante cambiasse solo l'abito, mentre al contrario le donne ritratte erano sempre le stesse, quelle vestite di rosso avevano la reputazione peggiore al termine del test: sintomo di una avversione istintiva e primitiva verso di esse. Insomma, le donne si sentono maggiormente minacciate da una rivale vestita di rosso: studio che confermerebbe e conferirebbe al colore una chiara, spiccata connotazione sessuale per quanto riguarda l'universo femminile.  

spot_imgspot_img

Articoli correlati

spot_img

Ultimi articoli