spot_imgspot_img

Nanoparticelle per potenziare i chemioterapici

Studio scientifico

Ricercatori dell’università della Georgia hanno sviluppato una nuova formulazione per il cisplatino, un farmaco molto utilizzato nei trattamenti chemioterapici, capace di aumentarne l’efficacia: i risultati dello studio sono stati pubblicati sulla rivista Proceedings of the National Academy of Sciences.

Il cisplatino è un farmaco normalmente usato per contrastare il tumore alla vescica, alle ovaie, ai  testicoli e al polmone, ma spesso le cellule tumorali diventano resistenti al trattamento con cisplatino.
Gli autori dello studio, invece, hanno pensato di veicolare il cisplatino, attraverso l’utilizzo di nanoparticelle, direttamente nelle cellule tumorali a livello dei mitocondri.
I mitocondri sono le centrali energetiche della cellula: distruggerli equivale automaticamente ad annullare la cellula tumorale, senza nessun’altra possibilità.

Lo studio è nella sua fase preliminare, ma è molto promettente: se verrà confermato il cisplatino veicolato tramite nanoparticelle potrà essere un approccio terapeutico efficace per le forme tumorali più aggressive. 

spot_imgspot_img

Articoli correlati

spot_img

Ultimi articoli