spot_imgspot_img

L’FDA autorizza un nuovo farmaco per il diabete di tipo 2

Dall'attualità

La Food and Drug Administration (FDA), l’autorità americana che si occupa dell’autorizzazione dell’immissione in commercio di nuovi farmaci ha dato l’ok per l’utilizzo della molecola empaglifozin per la gestione del diabete di tipo 2.

La molecola appartiene alla classe degli inibitori dei cotrasportatori sodio-glucosio di tipo 2: in pratica la molecola favorisce il passaggio del glucosio in eccesso presente nel sangue nei reni e l’eliminazione attraverso la via renale.
L’efficacia del nuovo farmaco è stata testata attraverso 7 studi clinici che hanno coinvolto quasi 4500 persone con diabete di tipo 2: il suo uso e la sua efficacia è stata testata anche insieme con altri ipoglicemizzanti orali come la metformina, le solfaniluree e il pioglitazione.

Fra i principali effetti collaterali dell’empaglifozin disidratazione, vertigini, ipotensione e compromissione della funzione renale.
L’ FDA ha ordinato anche degli studi post vendita per testare eventuali effetti avversi a livello cardiovascolare e sui bambini.
L’efficacia degli ipoglicemizzanti orali, in generale, è tanto maggiore quanto più chi è affetto da diabete di tipo 2, oltre ad assumere correttamente i farmaci riesce a tenere sotto controllo il proprio peso corporeo, mangia correttamente e svolge regolarmente attività fisica

spot_imgspot_img

Articoli correlati

spot_img

Ultimi articoli